NEL LETTO DEL VENTO: 4-ago-2011 WebShake – viaggi

giovedì 4 agosto 2011

Cargese - Ajaccio



Si parte presto la mattina, direzione Ajaccio.
Isole Sanguinarie
Il programma è arrivare presto per tentare di trovar posto al porto Tino Rossi.
Il vento è assente e procediamo a motore. Grazie al mare piatto, possiamo tentare il passaggio in mezzo alle Isole Sanguinarie.
Il colpo d'occhio è notevole: due isolette si fronteggiano, circondate da scogli "malsani" che affiorano, infidi, dalle onde. Sull'isola più grande ci sono soltanto un suggestivo faro e un osservatorio astronomico. Non sembra di essere in Corsica, ma in qualche angolo della costa bretone, di quelli magistralmente immortalati dall'obiettivo di Plisson.
Delfini alle Isole Sanguinarie

Mentre lasciamo le Sanguinarie, una coppia di delfini nuota sinuosamente davanti a noi.
Ajaccio
A mezzogiorno arriviamo a destinazione e troviamo l'agognato ormeggio. Dal porto si intravede la cupola della cattedrale e hotel de ville, sul lungomare con le immancabili palme.
Ajaccio - Porto Tino Rossi
Le case intorno al Tino Rossi sono colorate ed eleganti, animate da bistrot e numerosi negozi.
La città vecchia si sviluppa intorno a Rue Fesch e a Rue Bonaparte, i due personaggi che l'hanno resa celebre. Lo spirito dell'Empereur aleggia ancora per le strade e persino le gelaterie portano il suo nome. Chissà cosa avrebbe detto Bonney (come lo chiamano gli inglesi), ridotto a fare pubblicità ad un cono fiordilatte e fragola...

Blogger templates

Networked Blogs