NEL LETTO DEL VENTO: 18-ago-2012 WebShake – viaggi

sabato 18 agosto 2012

Monkey Mia: la baia dei delfini

Monkey Mia - Sunset
Comincia appena ad albeggiare, mentre scivoliamo silenziosi verso la spiaggia. Rabbrividiamo per il freddo. L'acqua è piatta, senza onde.
Ci guardiamo con un sorriso ebete stampato sulla faccia. Ci sono i delfini. Sono 6 questa mattina. Incuranti del freddo entriamo in acqua fino al ginocchio, sperando che si avvicinino. Loro non sembrano accorgersene e continuano a nuotare, ignorandoci.
Monkey Mia - Dolphin
Continuiamo a camminare nell'acqua gelida e loro si avvicinano alla riva. Che ci abbiamo visti? Che vogliano fare amicizia? Davide è in piedi nell'acqua, vicino al pontile, e una femmina è a pochi passi da lui... intenta a procurarsi la colazione.
E' uno spettacolo emozionante, vederli nuotare, sentirli respirare, così vicini da poterli quasi toccare. Mentre squittisci di gioia, rincoglionito come un bimbo di 6 anni, loro ti guardano seri. Loro ci troveranno buffi, per me sono bellissimi.
Briefing with the rangers
Arrivano i rangers e tutti bambini, anche quelli di quasi quarantanni, vengono invitati a uscire dell'acqua e salite sul pontile, così da non disturbare i delfini che cacciano (ops...).
Segue un interessante breafing. Non tutti i delfini presenti a Monkey Mia, ci spiegano, interagiscono con l'uomo prendendo del cibo, ma soltanto alcune femmine. Non dipendono dall'uomo per il pesce, perchè a volte restano assenti dalla zona per qualche giorno. In ogni caso, il programma di interazione applicato dal DEC (Department of Evironment and Conservation) è stato studiato in modo da non somministrare ai delfini più del 30% del pesce di cui hanno bisogno per sopravvivere, così che non possano smettere di cacciare. Un delfino dipendente dall'uomo, infatti, è un animale condannato a morte, perchè non cacciando, sarà isolato dal branco e destinato a morte certa.
Dolphins feeding
Finita la spiegazione, alcuni delfini si avvicinano alla riva. Sanno che è il momento della colazione "facile". I rangers scelgono 6 volontari che prendono ciascuno un pesce e lo danno da mangiare a due delfini: Puck e Piccolo. Madre e figlia.
Finito lo spettacolo, gli animali continuano a girare vicino alla riva, esibendosi in tuffi e capriole. Ne arrivano anche altri: sono maschi e c'è persino una femmina con un cucciolo.
Con Davide riflettiamo su quello che abbiamo visto: indubbiamente il comportamento umano ha influenzato quello dei cetacei, ma continuano a restare degli animali selvatici, col vantaggio che questa interazione rende più facile osservarli e, quindi, studiarli.
Io potrei passare tutta la vita seduta in silenzio su questo molo a guardarli nuotare, a seguire le loro scie ed esultare ad ogni salto.
Monkey Mia - Puck
Affittiamo un kayak da mare a due posti e scivoliamo nell'acqua cristallina, su fondali di alghe e sabbia bianca. Dal mare, la costa rossa, ocra e verde è una visione mozzafiato.
Remiamo fino ad una specie di palafitta in mezzo all'oceano. Sotto di noi il fondo sparisce nel blu ed è inquietante il pensiero che dalle profondità azzurre possa emergere uno squalo tigre... Facciamo rapidamente dietro front e approdiamo sulla spiaggia rossa. Bagno di sole e, finalmente, dopo 2 settimane, ci rilassiamo senza far nulla.
Balena con kayak
Pagaiamo sulla via del ritorno, puntando dritti sul punto dove ieri avevamo visto i delfini al tramonto.
La nostra intuizione si rivela esatta e per quasi un'ora ci godiamo il nostro spettacolo privato: quattro delfini che incrociano sotto il nostro kayak, che ci nuotano di fianco, a pochi centimetri di distanza. Possiamo vedere che ci guardano, sentire il loro respiro, ammirarli mentre scivolano elegantemente sopra e sotto l'acqua.
E' un momento magico, un ricordo che resterà indelebile per la serenità e felicità pura di questi istanti.
Chiudiamo in bellezza questa incredibile giornata al bar sulla spiaggia, sorseggiano una Corona e mangiando dell'ottimo fish and chips, mentre il sole sparisce in un'altro incredibile tramonto.
E' Australia, anche questa meravigliosa esperienza.

Blogger templates

Networked Blogs