NEL LETTO DEL VENTO: 31-ago-2012 WebShake – viaggi

venerdì 31 agosto 2012

Mount Magnet - Yanchep: addio all'oceano

Great Northern Highway - Orizzonti australiani
Iniziamo il nostro rientro verso Perth di mattina presto, quando il cielo si infiamma delle mille sfumature del porpora e Mount Magnet sonnecchia pigramente. 
New Norcia
Davanti a noi quasi 500 kilometri lungo la Great Northern Highway, fino a New Norcia. 
Centinaia di chilometri nel never never. Dopo 200 kilometri di outback quasi desertico, compaiono distese di campi di soia in fiore, mentre i bassi cespugli cedono il passo ad imponenti eucalipti. La terra resta rossa, ferrosa, anche se coperta da pascoli verde smeraldo, punteggiati da centinaia di pecore. 
Prosegue il tormento dei roadtrain "oversized", preceduti dalla loro macchinetta di scorta che ci invita a spostarci per far passare questi mostri su gomma. 
Passiamo attraverso paesini, usciti dall'immaginario di qualche gentiluogo di campagna inglese, sebbene i toponimi siano piuttosto estrosi: Bindi Bindi, Dwallinu, Miing. Ai bordi della strada, un tappeto di fiori colorati.
Yanchep NP - Koala.. sempre a dormire?
Dopo quasi 4 ore di viaggio eccoci finalmente a New Norcia. In mezzo ad eucalipti e terra rossa, sorge un grande complesso monastico: chiese, conventi, scuole e collegi.
Sembra di essere sbarcati su Marte, come se degli alieni avessero colonizzato l'Australia. Penso che proverei la stessa sensazione, se mi imbattessi in un tempio buddista in Piazza San Pietro. Qui è più semplice, quasi logico, credere all'esistenza del Serpente Arcobaleno, che a Gesù Cristo Maometto, perchè qui si sente palpabile la Tjukurrpa, il Dreamtime, mentre le religioni occidentali sembrano del tutto estranee al contesto.






Yanchep NP - Pellicano
Decidiamo di dare l'addio all'Australia con un saluto ai koala, vera icona australiana, ed un bridisi sulla spiaggia. Puntiamo, quindi, dritti al Yanchep National Park, dove vive una colonia dei pigri orsetti mangiatori di eucalipto. Passeggiamo guardando queste palle di pelo che dormono incastrati fra i rami, mentre sul prato a un paio di metri da noi, saltellano "greggi" di canguri. Sul laghetto al centro del parco, un pellicano fa la siesta appollaiato su un palo d'ormeggio.
Yanchep - The beach
Cerchiamo un campeggio mentre il cielo di rannuvola velocemente. Arriviamo in spiaggia, puntuali per il nostro ultimo sundowner, ma il sole gioca a nascondino dietro le nuvole e si tuffa fra le onde, senza farsi vedere. Lasciamo le nostre orme sulla spiaggia e poi torniamo al camper per la nostra cena d'addio.

Domani finisce questo viaggio, ho bisogno che Davide mi prometta che torneremo qui di nuovo, per calmare un po' la struggente malinconia di questa partenza.
Goodbye Australia!!!

Blogger templates

Networked Blogs