NEL LETTO DEL VENTO: 7-giu-2014 WebShake – viaggi

sabato 7 giugno 2014

Parigi verde: la Promenade Plantée

La Promenade Plantée
Non tutti sanno che Parigi è una delle città più affollate del mondo. O meglio, sovraffollate. 
Parliamo di una concentrazione incredibile di corpi, oltre 20.000 persone per kilometro quadrato, stipate come sardine in appartamenti minuscoli. Una cifra superiore persino a quella di megalopoli cinesi delle dimensioni di Pechino o Shanghai.
E' la logica conseguenza del prezzo degli appartamenti, che nella Ville Lumière è spesso proibitivo, arrivando facilmente a raggiungere le decine di migliaia di Euro al metro quadro.
Ma non è finita qui.
L'alta densità abitativa e la conseguente cementificazione del suolo, determinano anche un altro effetto non trascurabile: l'aumento della temperatura. A Parigi d'estate si soffoca. Letteralmente.
Non c'è, quindi, da meravigliarsi, se si sia sentito il bisogno, già a partire dall'800 (quando la situazione cominciava a diventare critica), di creare degli spazi verdi pubblici, in cui i parigini potessero respirare, correre, andare in bicicletta, per non sentirsi più dei topi rinchiusi in un labirinto di cemento rovente, per quanto meraviglioso.
Les Esclaves de Michel-Ange

Uno degli spazi verdi più amati dai parigini (e non solo) è la Promenade Plantèe, che si trova nel 12° arrondissement. Una lunghissima passeggiata di 4,5 km che attraversa la città, partendo da Place de la Bastille e arrivando fino al Bois de Vincennes. 
Inaugurata nel 1993, quello che rende particolarissimo questo percorso nel verde è che si trova "in quota", ad una decina di metri dal piano stradale, perchè realizzato su una vecchia linea ferroviaria sopraelevata dismessa. Così, camminando, è possibile ammirare scorci di una Parigi inedita, curiosa.

Aperitivo a Parigi (come i veri parigini)

Canal Saint-Martin
Sia lodato l'inventore dei voli low cost. Con poche decine di Euro e un paio di ore di volo, stasera l'aperitivo, invece che alla Pomposa a Modena, ce lo prendiamo nella Ville Lumiere.
Dove però?

Aperitivo nella Parigi di Amélie


Scartati i locali acchiappa-turisti, ci mischiamo ai parigini giocando sul set del Fantastico Mondo di Amélie: il Canal Saint-Martin
D'estate, al tramonto, sulle sue sponde si danno appuntamento centinaia di giovani portando bottiglie di vino, casse di birra, coperte e stuzzichini. Si siedono sulle rive del canale e si godono le ultime ore di luce, fumando e bevendo, chiacchierando con gli amici, oppure affollano le decine di bar e cafè sulle sponde del canale, sorseggiando un bicchiere di vino o una birra.

Blogger templates

Networked Blogs